Giovedì, 12 Giugno 2014 00:00

L'arte di litigare per costruire soluzioni

Il conflitto è un evento che fa parte della nostra vita relazionale, pertanto è un evento normale, innocuo. Tuttavia ci sono molti pregiudizi riguardo all’espressione dell’emozione di rabbia, molti fantasmi e molte paure ci sorprendono quando esprimiamo la rabbia. La paura di distruggere o solo di far del male all’altro, la paura di aggredire.

Aggredire deriva dal latino e significa “andare verso”, un'aggressione è fondamentalmente un incontro tra due persone, sebbene nasce da una relazione conflittuale. Tuttavia il conflitto svolge due funzioni molto importanti:
1. Evidenzia un problema;
2. Scarica la tensione accumulata.

 

Si tratta logicamente di imparare a gestire il litigio per far sì che questo sia l’inizio di una soluzione al conflitto e non la crisi di una relazione. Può essere utile, ad esempio concentrarsi sul problema ed attaccarlo piuttosto che attaccare l’altro, magari ferendo la sua autostima.

 


Ecco alcune riflessioni utili per provare a gestire il conflitto
:
· Provare a individuare il problema e a definirlo in termini reali;
· mettere in gioco le proprie emozioni e sentimenti;
· rispettare le emozioni e i sentimenti dell’altro;
· esprimere comprensione e fiducia;
· stabilire a chi appartiene il problema;
· a che serve mantenere irrisolto il problema;
· avere come obiettivo non la vittoria o la sconfitta ma il meglio per entrambi le parti in gioco (essere quindi buoni mediatori di se stessi e dell’altro);
· comunicare in modo efficace pensieri ed emozioni;
· Valutare insieme all’altro le possibili soluzioni.

 


Cosa è bene non fare

durante un conflitto o mentre si tenta di risolvere un problema:
· esprimere giudizi di valore o moralistici;
· criticare l’altro;
· minimizzare o deridere;
· generalizzare;
· prevedere o profetizzare (ipotecare il futuro);
· offrire soluzioni;
· interpretare eventi, pensieri o emozioni;
· fare al posto dell’altro.

 

Molto importante è mantenere una comunicazione sempre aperta sul conflitto per poter rimandare il confronto quando si ha l’energia per farlo (i conflitti irrisolti logorano le relazioni tra
le persone). Le soluzioni spesso sono difficili da trovare!